Belem

Belem é un altro quartiere di Lisbona anche se anticamente fu una città che nacque dall’insediamento nella spiaggia di Restelo, da dove partirono numerose spedizioni e viaggiatori come Vasco da Gama. Posto raccomandabile per trascorrere un pomeriggio, facendo uno spuntino nella sua famosa pasticceria, passeggiando per i suoi giardini e per il lungomare, con una visita al monumento degli scopritori e al suo emblema, la torre di Belem. Come pure é una visita obbligata il Monastero dell’ordine dei Geronimi.

15. Pasteis de Belem  R. Belém 84-92, 1300-085 Lisboa +351 21 363 7423    www.pasteisdebelem.pt

E

É simile al flambé di Moe dei Simpson, lo si trova in ogni punto del Portogallo, però gli originali nacquero in questa pasticceria.
Quando vi giungerai, troverai sicuramente una lunga coda. Non ti allarmare, si tratta della zona con vendita per asporto. Entra e cerca un tavolo in una delle quattro sale, l’ultima è enorme. Dovrai attendere solo pochi minuti prima che si liberi qualche tavolo.
Sconsiglio di comprarli per asporto perché la pasta sfoglia di cui sono fatti cambia sapore e perde il suo fascino.
Sono dolci da mangiare “in situ” per poi condividere con gli amici l’esperienza e tutto il suo lussuoso intorno. Aggiungi ai dolcetti un po’ di cannella e di zucchero a velo e buon appetito! Senza dimenticare di accompagnarli con un buon caffè..

16. Monasterio de los Jerónimos  www.mosteirojeronimos.pt 

Ingresso gratuito le prime domeniche di ogni mese, oltre che per persone accreditate come professori, impiegati dell’Unione Europea,.. l’ingresso normalmente costa 10€ anche se c’è la possibilità di comprare biglietti di ingresso comuni con altri monumenti.

Monastero dei Geronimi + Torre di Belém: 12€
Monastero dei Geronimi + Torre di Belém + Museo Nazionale di Archeologia: 16€
Monastero dei Geronimi + Museo Nazionale di Archeologia: 12€
Cais da História: Monastero dei Geronimi + Torre di Belém + Museo Nazionale di Archeologia + Museo di arte popolare + Museo Nazionale di Etnologia + Museo delle Automobili: 25€

 

17. Torre di Belem

Senz’altro il monumento più celebre di Belem. Patrimonio dell’umanità di stile manuelino (o tardo gotico portoghese), la torre fu costruita nel 1516 inizialmente come difesa della città per poi convertirsi in una prigione, in un faro e infine come centro di raccolta di tasse da versare alla città.

Una curiosità: nella parte esterna ad ovest della torre c’è un rinoceronte, come ricordo di un regalo del governatore della India portoghese, Don Alfonso de Albuquerque, al re Manuel I.

18. Monumento alle scoperte.

Noto come Padrao dos decubrimientos, costruito nel 1960 in omaggio a Enrico il Navigatore anche se si rappresentano 33 figure dell’epoca dorata portoghese, tra le quali merita ricordare: Luis de Camoes, Vasco da Gama, Bartolomeu Dias (scopritore del capo di buona speranza) e Alfonso di Albuquerque.

19. Museo Nazionale della Carrozza

Si trova a Belem, lo raccomando solo se hai tempo sufficiente o se sei un appassionato di queste maestose carrozze chiamate Carruajes.